Il Ministro dell’Agricoltura libanese firma l’accordo sull’Indice di Qualità delle Acque elaborato dal progetto ACCBAT

DSC_0385Il 10 Dicembre 2015 si è tenuto a Beirut, il final event del progetto ACCBAT.

Alla presenza di circa 100 partecipanti, tra i quali rappresentanti della Delegazione dell’Unione Europea in Libano, della Regione Autonoma della Sardegna – Autorità di Gestione del programma ENPI CBC Med, della FAO, Ministero dell’Agricoltura libanese, della Municipalità di Ablah, università, ONG e imprese locali, giornalisti e gli agricoltori beneficiari del progetto sono state illustrate le attività svolte dall’ICU e dai suoi partner: NCARE – National Centre for Agricultural Research and Extension in Giordania, il Ministero dell’Agricoltura libanese, il Ministero dell’Agricoltura tunisino e l’Autorità di Bacino del Fiume Po in Italia.

Durante l’evento è stata inoltre presentata la versione finale dell’Indice di Qualità delle Acque per l’Irrigazione sviluppato nell’ambito del progetto in collaborazione con l’Università di Padova e tutti i partner di progetto.  L’Indice, è uno strumento creato per guidare l’utilizzo delle acque reflue trattate in agricoltura in Giordania, Libano, e Tunisia in relazione alla loro qualità tenendo conto dei requisiti tecnici nazionali e internazionali e delle raccomandazioni necessarie a livello agronomico, sanitari e di gestione.

Un accordo sulla promozione di tale strumento in Giordania, Libano e Tunisia è stato firmato nel pomeriggio dai rappresentati dei tre partner della sponda Sud del Mediterraneo presenti a Beirut: dal Ministro dell’Agricoltura Libanese, S.E. Akram Chehayeb, dal Direttore Generale di NCARE, Dr. Fawzi Al-Sheyab e dalla Direttrice presso la DG-GREE del Ministero dell’agricoltura tunisino, Dr.ssa Najet Gharbi.

Il giorno successivo ha avuto luogo in Ablah l’inaugurazione ufficiale del bacino di 15.000m3 per la raccolta delle acque reflue trattate a Ablah. Alla presenza di tutti i 30 agricoltori del perimetro irriguo di Ablah, beneficiari del progetto, e di tutti i rappresentanti dei partner ACCBAT, il nastro è stato tagliato congiuntamente dal sindaco di Ablah e dal coordinatore del progetto ACCBAT, Dr. Lorenzo Errighi, ICU.

ACCBAT (Adattamento ai cambiamenti climatici attraverso il miglioramento della gestione delle risorse idriche della domanda in agricoltura irrigata con l’introduzione di nuove tecnologie e migliori pratiche agricole) è un progetto di 3 anni per un budget totale di 4.998.952,50 euro che ha promosso la sostenibilità ambientale attraverso l’aumento dell’efficienza idrica, il riutilizzo delle acque reflue trattate per l’irrigazione in Libano, Giordania e Tunisia. Il progetto è stato co-finanziato dall’Unione Europea (90%) nell’ambito del programma ENPI CBCMED, di cui la Regione Sardegna è l’Autorità di Gestione.

News (arabo) e gallery dell’evento.

 

Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Leggi anche

28 Marzo 2022

Tunisi, 16-17 Marzo 2022. Il 16 e il 17 Marzo 2022, presso la sede dell’Union Tunisienne de l’Industrie, du Commerce...

24 Marzo 2022

Dopo un anno di pausa, SIGEP torna per promuovere i marchi di maggior rilievo nei settori della Gelateria, Pasticceria, Panificazione...

11 Marzo 2022

Sulla rivista dell’AICS “Oltremare”, il racconto del progetto pilota “Accesso alle energie rinnovabili nelle zone off-grid del Burundi come volano di sviluppo...

Sostienici

FAI UNA DONAZIONE

Bonifico bancario
IBAN: IT74 M0503403252 000000007392
SWIFT BIC: BAPPIT21AL0
Presso: Banco BPM – Roma ag. 52, Viale dei Parioli 39 e 37/B, 00197 Roma RM
Addebito automatico su c/c bancario

* Le donazioni effettuate in favore dell’ICU sono fiscalmente deducibili