Presentazione del progetto ACCBAT al workshop sul “Riutilizzo delle acque reflue trattate: problemi e prospettive” a Tunisi.

Il 26 maggio, il progetto ACCBAT è stato presentato dal suo coordinatore Lorenzo Errighi, ai partecipanti del workshop sul tema “Riutilizzo delle acque reflue trattate: problemi e prospettive”, presso l’INAT-  Istituto Nazionale Agronomico di Tunisi nella sessione dedicata alle migliori prassi per il riutilizzo di queste acque.

Nel corso della mattinata sono state presentate anche le opportunità nel settore idrico a favore dello sviluppo agricolo e dell’ambiente. Si è svolto anche un dibattito sulle sfide e le soluzioni adeguate alle condizioni del paese.
I partecipanti al workshop sono poi stati invitati a visitare il sito pilota di irrigazione localizzata con acque reflue trattate di Nabeul – Oued Souhil realizzato dal progetto ACCBAT e in programma per il 9 giugno 2015.
Condividi l'articolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email

Leggi anche

31 Gennaio 2023

Il 17 gennaio 2023, l’Agenzia nazionale per la conservazione dell’energia, partner tunisino del progetto ESMES, ha lanciato le attività del...

30 Gennaio 2023

Fornitura di servizi sanitari di base in Libano Gara d’appalto REF Tender/02/PASs/ICU/20/01/2023 L’Istituto per la Cooperazione Universitaria – ICU Onlus...

19 Gennaio 2023

Beirut, Libano. Il progetto #RELIEF si è concluso dopo due anni di interventi volti a potenziare i servizi educativi e...

Informazioni anagrafiche

Indirizzo di Residenza

Formazione

Lingue

Selezionare le lingue parlate

Esperienza lavorativa

Esperienze precedenti con ONG/aziende private e istituzioni pubbliche

Caricamento file

Carica la tua lettera di presentazione
Carica il tuo CV aggiornato

Contatti

Sostienici

FAI UNA DONAZIONE

Bonifico bancario
IBAN: IT74 M0503403252 000000007392
SWIFT BIC: BAPPIT21AL0
Presso: Banco BPM – Roma ag. 52, Viale dei Parioli 39 e 37/B, 00197 Roma RM
Addebito automatico su c/c bancario

* Le donazioni effettuate in favore dell’ICU sono fiscalmente deducibili